Hotel S'Ortale Orosei Sardegna

Orosei e dintorni

HOTEL S’ORTALE OROSEI + GUIDA ESPERTA DEL TERRITORIO

8 giorni e 7 notti

La settimana di attività ricreative all’aria aperta che proponiamo, ha lo scopo di fare scoprire agli amanti della natura e del trekking i magnifici sentieri sui monti del territorio ma vogliamo fare conoscere anche la ricchezza culturale della Sardegna, visitando alcuni siti archeologici, e la ricchezza del patrimonio enogastronomico della nostra zona.
La base di partenza per le escursioni giornaliere sarà il centro costiero di Orosei. Il paese sorge su un’ampia e fertile pianura a 2 Km dal mare, ben 7 Km di spiaggia delimitano il paese ad est.
Il paese annovera anche un bellissimo centro storico, mentre alle spalle dell’abitato si eleva il massiccio del Monte Tuttavista. A nord si trova la valle del fiume cedrino ed a sud si stagliano le vette dell’area montuosa del Supramonte.

Giorno 1

Trasferimento dall’aeroporto all’Hotel, sistemazione nelle camere, cena e pernottamento.

Giorno 2: Trekking al “Monte Tiscali”

Colazione in hotel e partenza. Percorrendo l’affascinante valle di “Lanaitho”, porta di accesso all’area montuosa e selvaggia del Supramonte, raggiungeremo il monte Tiscali. Esso è divenuto celebre per la presenza sulla sua sommità, una dolina carsica che custodisce le rovine di un villaggio di epoca nuragica. L’abitato di Tiscali è stato a lungo avvolto dal mistero, cosa spinse le popolazioni nuragiche ad insediarsi in una zona tanto isolata ed addirittura ad edificare il villaggio all’interno di una caverna? Cercheremo di scoprirlo visitando la dolina e il territorio selvaggio che la circonda, raggiungeremo la cresta del Monte Tiscali attraversando una stretta spaccatura nella roccia e percorrendo una bellissima cengia panoramica sui magnifici paesaggi del Supramonte e della Valle di Lanaitho.
– Tempo di percorrenza 4 h circa
– Dislivello 300 metri
– Acqua e pranzo al sacco da acquistare nel supermarket

Giorno 3: Trekking al “Monte Albo”

Colazione in Hotel e partenza. Il monte Albo è una cordigliera che si estende per circa 15 Km con diversi picchi che superano i 1000 metri di altezza. Interamente costituito da roccia calcarea risalente a 200 milioni di anni fa, il Monte Albo presenta molte grotte e cavità, intricati boschi di leccio ne ricoprono le pendici e sulle sommità dominano i campi solcati, ampie aree in cui i calcari sono profondamente erosi dagli agenti atmosferici che a tratti conferiscono al suolo un aspetto lunare. L’escursione inizia al riparo di una lecceta e dopo un’ora di salita si svalica nella zona di
“Sa e Mussinu” per visitare le rovine di un vecchio ovile. Proseguiamo tra boschi ed ampie radure in cui in sbocciano numerose le orchidee durante la primavera. Raggiungiamo poi la
vetta in Punta Catirina da cui potremo ammirare un panorama unico che spazia a 360° tra gli altipiani del centro Sardegna ad Ovest, l’isola di Tavolara e le montagne granitiche del Nord
Sardegna, le terre delle “Baronie” ad Est e più a Sud i contrafforti del Supramonte.
– Tempo di percorrenza 4,5 h circa
– Dislivello 500 metri
– Acqua e pranzo al sacco da acquistare nel supermarket

Giorno 4: Visita ai Murales di Orgosolo e pranzo dal pastore

Colazione in hotel e partenza. La mattina visiteremo il centro storico di Orgosolo, paese un tempo famoso per il triste fenomeno del banditismo e oggi meta di molti visitatori attratti dai caratteristici “Murales”. A fine della visita lasciamo il paese a bordo del fuoristrada per dirigerci alle pendici del tacco calcareo di Monte S. Giovanni situato nel cuore del Supramonte di Orgosolo. Con una breve camminata saliremo sull’omonima cima da cui potremo ammirare il bellissimo panorama sui Monti del Gennargentu a Ovest e su tutte le montagne del Supramonte a Nord. La tappa successiva sarà il pranzo in un ovile tipico del Supramonte. Questa sarà un’occasione indimenticabile per gustare i piatti genuini della tradizione gastronomica della Sardegna: salumi e formaggi, maialetto arrosto, pecora bollita ed il “pane carasatu” uniti a dell’ottimo vino Cannonau, prodotti dal pastore e dalla sua famiglia.

Giorno 5: Trekking a Cala Luna

Colazione in Hotel e partenza. Dopo alcuni giorni passati in montagna, il trekking a Cala Luna ci permetterà di visitare una delle spiagge più belle della Sardegna. Il trekking ha inizio nella zona di “Buchiarta” dove visiteremo un vecchio ovile dalla caratteristica struttura architettonica degli ovili del Supramonte. Discendiamo lungo un canalone fino a raggiungere l’ampio canyon di “Codula di Luna” e camminando sul greto asciutto del fiume, raggiungiamo la spiaggia. Qui consumeremo il pranzo al sacco e potremo rinfrescarci nelle acque cristalline del golfo di Orosei o riposare
all’ombra dei grottoni lungo la spiaggia. Dopo pranzo rientreremo alla macchina da un’altra gola chiamata “S’Iscala ‘e S’Arga”. A Cala Gonone ci fermeremo per gustare il gelato artigianale
migliore della zona! È possibile rientrare al porto di Cala Gonone in barca pagando un supplemento di 12 € a persona.
– Tempo di percorrenza 4 h circa
– Dislivello negativo 300 metri; Dislivello positivo 300 metri
– Acqua e pranzo al sacco da acquistare al supermarket

Giorno 6: Escursione a Monte Irveri & Cuile “Sa Tintura”

Colazione in Hotel e partenza. Il trekking ha inizio dalla piccola spiaggia di Osala. In pochi minuti arriviamo alla spiaggia di “Cartoeddu” e poi alla spiaggia di “Cartoe”. Il sentiero sale sul fianco della montagna, il panorama volge al Monte Tuttavista e alle campagne di Orosei a Nord. A quota 350 metri, avremo l’occasione di visitare un vecchio ovile chiamato “Sa tintura”, un gioiello
dell’architettura povera dei pastori. Su Cuile de Sa Tintura è un Ovile che appartenne alla famiglia Fancello di Dorgali (Ziu Pineddu Raspa), nato probabilmente intorno agli anni
quaranta, forse dalle rovine di un altro cuile. L’ovile è posizionato con vista mare tra Cartoe (Cala Gonone) ed Osala (Orosei). Il paesaggio volge su tutto il Golfo di Orosei, da Capo Monte
Santo a Punta Nera. Dopo la sosta all’ovile iniziamo il percorso di ritorno che si snoda tra campi solcati, pietraie e ginepri secolari fino ad arrivare alla spiaggia di “Cartoe” dove consumeremo il pranzo al sacco e faremo un bel tuffo nel mare.
– Tempo di percorrenza 4 h circa
– Dislivello negativo 300 metri; Dislivello positivo 300 metri
– Acqua e pranzo al sacco da acquistare al supermarket

 

Giorno 7

Colazione in Hotel, saluti e partenza per l’aeroporto.

*** Tutte le escursioni sono di media difficoltà, di livello E = Escursionistico secondo il CAI (Club Alpino Italiano). Rientrano tutte in un dislivello medio di 300-350 metri. Le escursioni
richiedono un livello minimo di allenamento e di abitudine alla camminata. Sono necessari gli scarponi da trekking per via dei sentieri pietrosi o sconnessi su cui cammineremo frequentemente.

Scarica il pdf